Quanto è importante la scelta dei colori per un brand?

La scelta dei colori di un brand rappresenta un elemento fondamentale che rafforza sia la sua personalità che la percezione della qualità dei prodotti e/o dei servizi che offre.
Alcuni brand sono talmente iconici che è possibile identificarli solo dal ventaglio di colori senza che ci sia un logo ad accompagnarli. Altri, come Cadbury, Barbie and UPS, sono andati così avanti che hanno registrato come marchio le loro tonalità. Dunque perché un brand pone una tale importanza sul colore e quale impatto ha sul modo in cui i consumatori lo percepiscono?

Alcune ricerche passate
Una ricerca effettuata da Colorcom suggerisce che i consumatori diano nel loro subconscio un giudizio su una persona, un ambiente o un prodotto entro 90 secondi dal momento in cui l’hanno guardato per la prima volta e che per il 62%-90% di questa valutazione si basi solo sul colore.
Un ulteriore ricerca indica che la riconoscibilità di un brand può essere aumentata fino all’ 80% grazie a un utilizzo efficace del colore nel marketing.
Naturalmente, esistono sempre delle eccezioni a qualsiasi regola, con parecchi potenziali fattori che riguardano la percezione del colore di un individuo. Prendiamo ad esempio l’educazione culturale: il colore rosso di norma viene associato alla fortuna e alla prosperità in tutta l’Asia, mentre rappresenta l’amore, la passione o perfino il pericolo nelle società occidentali. Queste differenze sono da prendere in considerazione quando si mira a determinati mercati.

Se il colore di un prodotto non è in linea con il suo obiettivo, ciò può confondere e perfino danneggiare il senso di identità di un brand.
Detto in parole povere, mentre non esiste una garanzia ferrea che usare dei colori specifici vi aiuterà a raggiungere il successo, esistono di certo dei grandi parallelismi tra il colore e la percezione di un brand.
Qui sotto ecco alcuni esempi che illustrano come il colore possa influenzare l’impressione che un consumatore possa avere di una azienda o dei suoi prodotti.

Rosso
Cominciamo con un esempio ovvio: il gigante del fast food McDonald’s. Il suo logo è uno di quelli più riconosciuti al mondo ed il suo eclatante sfondo rosso domina il suo logo. Questo rosso che rappresenta la sua firma appare sui loro cartelloni, sulle pareti dei loro ristoranti e perfino su Ronald McDonald stesso.
È ormai risaputo che il rosso costituisce il colore più appetitoso dello spettro. I motivi variano dalla sua capacità di aumentare i battiti del cuore (e di conseguenza dare il via alla digestione) all’essere semplicemente una sovraesposizione casuale delle campagne di marketing di alimenti rossi.
Qualsiasi sia la causa, vi sfidiamo nel trovare un negozio di fast food che non sia dominato da una sfumatura di rosso.

Verde
La percezione emotiva del colore verde dipende tipicamente dalle sfumature. In genere, i gialli ed i verdi brillanti, sono energizzanti, freschi e salubri, i verdi blu profondo sono più rilassanti, ed i verdi naturali sono da ricollegare all’idea di eco-sostenibilità.

Viola
Il viola, soprattutto nelle sue tonalità più profonde ha da sempre avuto la connotazione di regalità e lusso. Sapete da cosa deriva questa interpretazione? Nei secoli passati il viola era il colore più costoso da produrre tra tutti e perciò solo le persone più benestanti potevano comprare abiti o oggetti di questo colore.
Blu
Come il verde, diverse sfumature di blu hanno diversi significati.
Il blu scuro è stato adottato dalla tecnologia e dai brand motoristici per ispirare intelligenza, fiducia ed affidabilità.
I blu dalle tonalità medio-leggere vengono usati comunemente nei settori medici, della bellezza e della sanità per indicare la pulizia.
Il blu può anche rappresentare una scommessa sicura se state cercando di affascinare un grande pubblico. Una ricerca di YouGov suggerisce che sia il colore più preferito al mondo, preferito sia dagli uomini per il 40% che dal 24% delle donne.
E’ importante notare la rarità del colore blu nei brand di alimenti. Il blu viene percepito come un deterrente dell’appetito, dato che viene di rado trovato in alimenti naturali.

Grigio
Contrariamente ai colori primari, il grigio è tipicamente senza emozioni e neutro, perfetto per il marketing di massa. Per una ditta tecnologica sofisticata e ben conosciuta, il grigio può essere una grande scelta: è sottovalutato, atemporale e riflette i materiali con cui i prodotti sono fatti. Forse così si spiega il motivo per cui è stata adottata una scala di grigi in modo così frequente nelle campagne di marketing in tutto il settore (si pensi ad Apple).