Cosa è l’inbound marketing?

Mai sentito parlare di in-bound marketing? Ti sei mai chiesto cosa si intenda con questo termine?
Questo breve articolo ha l’obiettivo di darti uno sguardo introduttivo sul tema dell’in-bound marketing, l’approccio al marketing che usiamo anche noi in KOMETE.

Un nuovo approccio
Questo nuovo approccio al marketing mira mettere il focus sulle necessità del consumatore e guidarlo nel trovare la soluzione alle sue esigenze. In parole povere, invece del marketing tradizionale che cerca di “spingere” per vendere un determinato prodotto (si pensi alla pubblicità classica, agli agenti porta a porta, ai banner) l’in-bound marketing mira a ottenere l’attenzione del cliente nel momento in cui il cliente si sente pronto a ricercare soluzioni per i propri bisogni.
Fare in-bound marketing significa essere empatici per capire le reali necessità del consumatore e guidarlo allo scoperta delle tue soluzioni senza essere stressanti o volere convincere a tutti costi per un acquisto.
Il nuovo trend di marketing sopra citato è in corso da anni ed è il risultato di un rapporto cliente-venditore profondamente mutato. Prima di internet il solo venditore possedeva tutte le informazioni sul prodotto/servizio ed era difficile per un consumatore valutarne le effettive proprietà se non chiedendo consiglio ad amici e conoscenti. Con internet tutto ciò è cambiato. Chiunque può controllare il sito internet di una attività per valutarne l’affidabilità, controllare i profilo dei dipendenti su linkedin e ancora controllarne le recensioni sui social o Trip Advisor nel caso di attività di ristorazione o alberghiere.
Di seguito una breve caratterizzazione delle quattro principali fasi dell’inbound marketing:

Attrarre
Si tratta di attrarre visitatori verso il proprio sito o comunque verso le proprie pagine social. Solitamente la migliore strategia per attrarre visitatori è la creazione e diffusione di contenuti (e-book, articoli di blog, video, ecc..) che siano educativi e interessanti per gli utenti. Un altro metodo per attirare visitatori è di sicuro il Search Engine Marketing.

Convertire
Per conversione intendiamo il momento in cui un visitatore del sito web compie una azione desiderata che lo fa avanzare nel “ciclo di vendita”. Di solito si tratta di lasciare informazioni sul sito web tramite dei form di registrazione o l’iscrizione a una newsletter, oppure ancora una chiamata effettuata per avere maggiori informazioni. Di particolare importanza per qualsiasi sito web (ma anche di una attività in generale) è quello di effettuare un costante lavoro volto a migliorare il tasso di conversioni (numero di conversioni sul totale del numero di visitatori). Questa attività viene definita in inglese conversion rate optimization e include tra le altre cose: la creazione di A/B test, l’inserimento di call-to-action testuali, l’aggiunta di live chat ad alcune pagine del sito e le azioni di retargeting e remarketing su chi ha visitato ed è poi uscito dal sito web. Riteniamo importante diversificare i modi in cui i visitatori possono interagire con il tuo business così da poter personalizzare l’esperienza di navigazione sulle esigenze di ciascun visitatore.

Chiudere
La fase di chiusura è quella in cui il “lead” ottenuto durante la fase di conversione decide di acquisire effettivamente il prodotto/servizio e diventare tuo cliente. Da quanto un visitatore converte e quindi entra in contatto con la tua azienda a quando converte il lavoro non è semplice: ogni utente attraversa diverse fasi prima di arrivare all’acquisto definitivo e sarà importante per la tua attività essere a disposizione e a supporto durante ognuna di queste fasi. La “customer journey” si compone delle fasi di “awareness”, “consideration” e “decision”: ovvero da quando l’utente viene a conoscenza di un determinato bisogno (awareness), ne studia le possibili soluzioni (consideration) e infine decide cosa acquistare per soddisfare il suo bisogno (decision).

Deliziare
Il lavoro non finisce con la chiusura di un contratto di vendita. Sarà infatti necessario offrire l’esperienza post-acquisto migliore possibile per potere trasformare un tuo cliente in un promotore della tua attività. Inoltre ricordiamo che è stato dimostrato che il costo di acquisizione di un cliente che ha acquistato dall’azienda in questione in passato è di ben 25 volte inferiore rispetto a quello di un nuovo cliente.

Conclusione
In questo articolo abbiamo voluto fornire una prima idea introduttiva su ciò che si intende per in-bound marketing. Se l’articolo ti ha interessato ti invitiamo a rimanere aggiornato con le prossime pubblicazioni!